Salta al contenuto principale
x
Lhttps://www.lacittadellaluce.org/it/calendario/6389/dettaglia forma del cerchio

IL CERCHIO: LA FORMA DELLA VITA

Quante volte abbiamo disegnato o visto un Cerchio? Qual’è il significato del cerchio?
I simboli più comuni spesso nascondono un significato molto ampio e profondo. 

La Psicologia della Gestalt mette il rilievo l’importanza dell’ovvio, nonché di tutto ciò che tendiamo ad automatizzare, a dare per scontato, a banalizzare perché ormai lo consideriamo conosciuto.
 
Il Cerchio lo ritroviamo ovunque, è una forma geometrica legata al simbolo della Vita, rappresenta la perfezione, l’omogenità, l’assenza di divisione e distinzione. Tutto in natura riprende la simbologia del cerchio: dall’atomo ai pianeti. È la base di tutti i simboli connessi alla Geometria Sacra, non a caso è stato da sempre considerato e usato da diverse culture del mondo.

Gestalt vuol dire forma, sistema, configurazione, un cerchio è una gestalt, un insieme di parti che compongono un’ unità. Noi siamo una gestalt cioè siamo composti da diverse parti, come diversi organi che permettono di formare sistemi e apparati, come diversi archetipi che compongono la nostra psiche, come diversi dettagli che compongono il nostro aspetto fisico, tutte queste parti creano la configurazione della nostra persona.

Per sua natura l’essere umano ha bisogno di chiudere le forme: la percezione che ha del mondo è di qualcosa che ha un inizio e una fine, una forma compita; come il voler sapere la fine di un un libro, di un film o di una serie televisiva.

Questo accade anche per le situazioni irrisolte della nostra vita, le cosidette gestalt aperte, che se non affrontate rimangono in sospeso lasciando la possibilità, in quello spazio vuoto, non compiuto, di far entrare distrazioni e rallentamenti nella nostra vita, riproponendo situazioni simili che ci fanno sentire bloccati.

La nostra vita è una gestalt, una configurazione di eventi e situazioni che possiamo scegliere di affrontare fino in fondo, fino alla chiusura, per delimitare sempre meglio i confini del nostro Spazio Sacro e decidere chi e cosa tenere fuori e chi e cosa far entrare nella nostra vita.

Rituale di consapevolezza del cerchio

    • Accendi una candela e procurati foglio, matita e gomma.
    • Connettiti con te stess* attraverso il respiro...puoi chiudere gli occhi e appoggiare le tue mani sul cuore per centrati.
    • Appena lo senti disegna un cerchio assaporando tutta la rotondità del segno che stai tracciando, ascoltando e osservando le sensazioni che provi quando questo cerchio verrà chiuso.
    • Quando il cerchio sarà chiuso assapora la sensazione di completezza della forma che hai creato.
    • All’interno di questa forma/gestalt/contenitore puoi rappresentare ciò che fa parte del tuo universo personale. Puoi inserire figure, simboli o parole… riporta nel tuo cerchio/universo tutto ciò che ti arriva senza soffermarti troppo sul senso.
    • Dopo aver esaurito il flusso di elementi da inserire, soffermati a contemplare ciò che hai creato.

Adesso t’invito a riflettere:
- Cosa hai provato nel disegnare e chiudere il cerchio?
- Dove sono collocate le cose che reputi più importanti per te? E quelle meno importanti?        
- C’è ancora spazio vicino al centro? E verso la periferia?
- Senti di aver dimenticato qualcosa? Senti di voler eliminare qualcosa? Senti di dare valore  nella quotidianità a ciò che è dentro al tuo cerchio?

Siamo i creatori del nostro Universo, imparare a dare il giusto spazio a ciò che realmente conta incoraggia la nostra soddisfazione come Esseri Umani e ci avvicina al nostro Essere Divini.
.
.
.
Per approfondire il tema della Gestalt, condividiamo il link del prossimo corso con Shakini Angela Decaro, "Approccio Gestaltico - L'Arte dell'Ascolto, Percezione e Forma"

[Testo di Shakini Angela Decaro]