Le Soluzioni ai Mali del Mondo

Le soluzioni ai mali del mondo

"La vera rivoluzione per raggiungere la libertà è quella interiore,
qualsiasi rivoluzione esterna è una mera restaurazione della solita società che a nulla serve"

J. Krishnamurti

 

Nelle scorse newsletter abbiamo analizzato alcuni di quelli che riteniamo essere “i Mali del Mondo”, non certo per rovinarci le vacanze o per dare energia a malumore e pessimismo, bensì per continuare a mantenere vigile la nostra coscienza e aperti i nostri occhi, compreso il Terzo Occhio, il Sesto Chakra, quello che va oltre le apparenze, che ci fa comprendere la Verità.

E la Verità non è certo quella che ci raccontano i mass media, non è quello che ci vogliono far credere i politici o le multinazionali che controllano gli opinion leader e i  movimenti socio-culturali: la Verità in realtà non è una sola, o meglio è il frutto dell’unione di tutti i punti di vista, e comprendere la Verità significa sforzarsi di vedere più punti di vista, anche diversi, anche opposti tra loro.

Ecco perché abbiamo voluto andare a vedere alcuni scomodi e spiacevoli, ma reali, dati e fatti, ma allo stesso tempo con questa newsletter vogliamo ricordare anche tutto il Bene che esiste nel mondo, tutte le iniziative che si configurano come Soluzioni ai Mali del Mondo.

Con questa energia rinnovata, di slancio verso il futuro, verso un’evoluzione dell’umanità, della nostra civiltà, e verso il raggiungimento di una felicità, serenità e consapevolezza a livello globale, vogliamo ricominciare le attività della stagione 2015-2016, convinti che saranno sempre di più e saranno sempre più consapevoli le persone che -come noi- vivono per guarire se stessi e il Mondo.

 

Le soluzioni ai mali del mondo

Una piramide umana per la festività indù di Janmashtami (Rafiq Maqbool, Ap/Lapresse)

 

La cosiddetta “massa critica” necessaria per il cambiamento è in costante aumento, e sono diversi gli autori che rafforzano questa consapevolezza: Paul Howken parla di una “moltitudine inarrestabile riferendosi a quello che definisce “un movimento senza nome” composto da organizzazioni, associazioni e comunità che operano in tutto il pianeta per la difesa dei diritti umani e per la sostenibilità ambientale.

Secondo Hawken i diversi movimenti, nella maggior parte dei casi indipendentemente, confluiscono in un unico flusso, remano nella stessa direzione, costituiscono un’aggregazione senza un centro e senza un capo; si stanno comportando insomma come una sorta di sistema immunitario della Coscienza Collettiva che reagisce agli attacchi infettivi, ai “mali” appunto del mondo stesso.

Anche Joanna Macy parla da tempo della Grande Svolta a cui ci stiamo avvicinando, e che corrisponderà a una rivoluzione delle coscienze di portata pari alle altre grandi svolte dell’umanità, come il passaggio alla civiltà agricola o alla civiltà industriale.

Secondo la Macy, siamo in transizione, sia come individui -attuando una transizione interiore- che come società, attraverso gli esperimenti della transition town e grazie a un nuovo approccio al “lavoro che riconnette” i bisogni gli uni degli altri.

 

Le soluzioni ai mali del mondo

Perchè non si vive solo di cronaca nera: www.buonenotizie.it

 

Come scrivevano Krishnamurti, Osho, Tiziano Terzani e molti altri grandi Maestri, anche noi siamo convinti che l’unica rivoluzione possibile sia quella interiore, che per guarire i Mali del Mondo in primo luogo dobbiamo partire da noi stessi.

La Guerra, la Fame, le Malattie, tutto il Male che sta “là fuori”, nel mondo, sono un riflesso dei conflitti interiori e della sofferenza e del dolore che ognuno di noi, a suo modo e in diversa misura, ha sofferto nel corso della sua vita o contro cui lotta giorno dopo giorno.

Per combattere la Guerra nel Mondo ben vengano quindi le marce e le manifestazioni, le petizioni e le organizzazioni internazionali, ma non dimentichiamoci che ciascuno di noi può fare molto, nelle nostre relazioni quotidiane, per togliere energia al conflitto, e utilizzare la comunicazione non violenta, l’ascolto, il rispetto, la tolleranza, l’accoglienza e la comprensione.

In questo modo si può sostenere il processo energetico di guarigione della Coscienza Collettiva e coerentemente dare sostegno materiale a realtà come Amnesty International, che opera in tutto il mondo per la difesa dei diritti umani, o Emergency e Medici Senza Frontiere, che intervengono per dare sostegno e aiuto nelle zone di guerra.

 

Aavaz.org è un sito che raccoglie firme e adesioni a proposte di legge concrete nella lotta per i diritti umani, per la protezione delle risorse del pianeta, contro ogni forma di sfruttamento.

Aavaz.org è un sito che si occupa di petizioni, raccolta firme e proposte di legge per cambiare concretamente il nostro sistema: vi consigliamo di registrarvi per poter dare il vostro contributo!

 

Per combattere la Fame nel mondo, gli sprechi alimentari e la disuguaglianza e la distribuzione delle risorse stanno nascendo sempre maggiori iniziative di food sharing e food saving: in Italia basta frequentare siti come www.scambiacibo.it, ifoodshare.org, nextdoorhelp.it, o siti internazionali quali www.save-food.org, www.foodsavingbec.com.

Nelle nostre città poi stanno nascendo i GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale, che permettono di avere un risparmio economico unito alla relazione diretta con il produttore (vedi i siti www.economiasolidale.net e www.eventhia.com giusto per citare i più noti), così come sono sempre più frequenti e numerosi i Mercati agricoli dei produttori locali o a Km Zero (cercateli su www.campagnamica.it, www.spesadalcontadino.com).

E inutile sottolineare la lotta alle Malattie nel mondo attraverso percorsi di crescita interiore e spirituale e l’utilizzo di tecniche naturali come il Reki, l’Ayurveda, le Costellazioni Familiari, l’approccio psico-somatico al sintomo, uno stile di vita sano, equilibrato e armonico, rimedi erboristici e naturali, sono tutte Soluzioni che permettono alla Coscienza Individuale e Collettiva di guarire e di crescere nella consapevolezza.

Alla Città della Luce stiamo creando un Nuovo Modello di Società, proponendo giorno dopo giorno, seminario dopo seminario, ad ogni persona che partecipa, frequenta e sostiene il nostro progetto, di lavorare su di sé, di ascoltare e guarire il proprio corpo e la propria vita per ritrovare in sé e diffondere nel proprio ambiente un’informazione di Amore, benessere, serenità e armonia: e questo crediamo sia la Soluzione ai Mali del Mondo, e la stiamo costruendo concretamente.

Articolo a cura di Sundara Simone Bongiovanni

condividi la tua esperienza

leggi le testimonianze

 

Contatti

info@lacittadellaluce.org

 

Telefono +39.071.7959090
Chi Siamo

 

 

Seguici su Facebook

 

Newsletters