Seminario di Costellazioni Evolutive (Kundalini e Chakra)

 

16 ore di didattica teorico-pratica nell'arco di due giorni

con Umberto Carmignani e/o i Facilitatori della Città della Luce

Maestri di Reiki Metodo Usui

Counselor Olistici a Indirizzo Sistemico Transpersonale

professionisti disciplinati ai sensi della legge 4/2013
 

 

 

 

Il Sistema dei Chakra

Descritto come un vortice ruotante, il Chakra è il punto d’intersezione tra i vari piani in cui si manifesta la vita: il piano fisico, il piano emozionale, il piano mentale e il piano spirituale.

Attraverso i Chakra si manifestano gli istinti di sopravvivenza (Muladhara), il desiderio e la sessualità (Svadhisthana), la determinazione e la forza di volontà (Manipura), l'unione, la relazione d'amore e d'amicizia (Anahata), la comunicazione e l'espressione di sé (Vishudda), la consapevolezza e la comprensione (Ajna), la capacità di fluire nella vita e connettersi al Divino.

Dal punto di vista anatomo-fisiologico, i Chakra si trovano in corrispondenza dei gangli e plessi nervosi, e corrispondono esattamente sia nel numero che nella dislocazione alle ghiandole endocrine, responsabili della produzione di ormoni, le sostanze indispensabili per l’attività dell’organismo.

I Sette Chakra sono localizzati lungo la Sushumna partendo dalla regione coccigea (Muladhara, 1° chakra), risalendo alla zona degli organi genitali (Svadhisthana, 2° chakra), plesso solare (Manipura, 3° chakra), regione del cuore (Anahata, 4° chakra), zona della gola (Vishudda, 5° chakra), zona frontale del cranio - terzo occhio (Ajna, 6° chakra), sommità del capo (Sahasrara, 7° chakra).

Blocchi energetici

I Chakra non sono organi fisici, solo una parte di essi prende la forma di nervi e ghiandole e apparati, occupandosi della funzionalità biologica, mentre altre parti presiedono agli aspetti emozionali, mentali e spirituali del livello corrispondente.

I sette Chakra racchiudono i principali valori fisici e psichici dell'essere umano, dal comportamento istintivo alle strategie consapevolmente pianificate, dalle emozioni alle creazioni artistiche, e formano un canale che unisce mente e corpo, spirito e materia, passato e futuro, Cielo e Terra.

I Chakra descrivono l'interazione tra realtà e coscienza e ci permettono di muoverci nell’universo degli eventi, essendo il corpo e la mente inseparabilmente collegati, il funzionamento di un Chakra riflette quindi tutto ciò che accade dentro e fuori di noi, come ci poniamo nei confronti di noi stessi, della vita, degli altri.

Un blocco nel funzionamento di un Chakra può influenzare negativamente la nostra percezione della realtà e impedirci di affrontare e risolvere adeguatamente problemi e conflitti.

Tutto quello che viviamo, pensiamo, sentiamo, percepiamo, tutti i possibili stati di consapevolezza, ogni cosa che possiamo sperimentare può essere divisa in sette livelli di coscienza, ognuno associato ad un Chakra specifico.

Se viviamo una tensione o un disagio in qualche aspetto della nostra vita, essa si esprimerà attraverso un malfunzionamento del Chakra corrispondente.

Il Secondo Chakra, Svadhisthana, ad esempio, ci insegna a lasciare fluire il movimento della vita, a non attaccarci al passato, a non farci aspettative sul futuro, ma piuttosto vivere e godere dell'attimo presente.

Se provo rancori o sensi di colpa, se non riesco a lasciare andare qualche situazione o persona della mia vita, ecco che la mia incapacità di “lasciar scorrere” comincerà a entrare in contrasto con il Chakra, e con gli organi ad esso collegati, ad esempio l'intestino o le vertebre lombari.

E quindi, da un punto di vista energetico possiamo dire, ad esempio, che la stipsi è un “blocco” del secondo Chakra, il che significa che sul piano della coscienza io non riesco a “liberarmi” di qualcosa che non appartiene più alla mia vita.

Ogni aumento di energia psichica che si viene a determinare in un individuo consente di scuotere e rimuovere i vari blocchi psico-energetici, permettendo alle emozioni di riaffiorare alla coscienza e rivivere a livello cosciente esperienze rimaste per anni dimenticate.

Alla rimozione di un blocco energetico, corrisponde come effetto una amplificazione della coscienza e viceversa.

A chi si rivolge

Il corso è rivolto a tutti coloro che desiderano conoscere le leggi biologiche e spirituali che governano la coscienza individuale, familiare e collettiva, ai Medici, agli Psicologi, ai loro pazienti e ai Professionisti del settore, agli Studenti della Scuola Olistica, agli Operatori e Counselor Olistici. Per motivi di continuità didattica è vivamente consigliato aver già partecipato ad un Corso Base e/o ad almeno un Consulto Individuale di Psicogenealogia e Costellazioni Familiari con uno dei Facilitatori della Città della Luce.

Obiettivi del corso

Esplorazione del Sistema dei Chakra allo scopo di individuare blocchi nella attività di ciascun Chakra relativi alla propria esperienza di vita, a irretimenti familiari, a condizionamenti sociali e culturali, a memorie karmiche.

Nel corso del seminario verrà esplorato il campo morfogenetico di ogni partecipante utilizzando l'approccio fenomenologico che si avvale dell'utilizzo di rappresentanti per la messa in scena della propria costellazione che potrà via via assumere la forma della Costellazione Familiare, Archetipica, Sciamanica.

Programma

Introduzione alla Teoria dei Chakra

Esplorazione dei principali Chakra e dei livelli di coscienza ad essi collegati:

* Primo Chakra Muladhara: sopravvivenza, energia vitale, bisogni, istinti
organi correlati: ano, organi genitali esterni, pene e testicoli, vagina, sessualità...
 
* Secondo Chakra Svadhisthana: piacere, sessualità, capacità di vivere pienamente l'attimo presente, capacità di liberarsi dal passato, capacità di lasciare andare persone e situazioni non più adeguate
organi correlati: intestino, utero, ovaie

* Terzo Chakra Manipura: potere personale, autostima, riconoscimento del proprio valore e delle proprie capacità, capacità di affrontare e risolvere i conflitti
organi correlati: stomaco, fegato, milza, pancreas, cistifellea, ghiandole surrenali
 
* Quarto Chakra Anahata: amore e rispetto per se stessi e per gli altri, senso di identità e di unione
organi correlati: cuore, polmoni, timo
 
* Quinto Chakra Vishudda: comunicazione, espressione di sè, creatività
organi correlati: gola, trachea, bronchi, vertebre cervicali, corde vocali, tiroide, ...

* Sesto Chakra Ajna: capacità di vedere la realtà visibile e invisibile, di prendere coscienza,
organi correlati: emisferi cerebrali, ipofisi, consapevolezza, ...

* Settimo Chakra Sahasrara: connessione con il proprio sè interiore e con il proprio destino, capacità di lasciarsi guidare dal flusso dell'evoluzione cosmica...
organi correlati: neo cortex, epifisi

Nel corso dell'indagine del Campo Morfogenetico potranno emergere:

* Connessioni con destini difficili all'interno dell'albero genealogico (ferite di guerra, campi di prigionia, morti per parto, omicidi...)
* Connessioni con membri esclusi o prematuramente scomparsi all'interno dell'Albero Genealogico
* Connessioni con  Fratelli o sorelle morti, con aborti o gemelli scomparsi
* Traumi (incidenti, abbandoni, tradimenti, catastrofi naturali, aggressione da animali)
* Abusi (fisici, sessuali, psicologici)
* Memorie legate a vite precedenti

Quote di partecipazione

100€ per la partecipazione ad un solo giorno di seminario
180€ per la partecipazione all'intero seminario di due giorni

* sono previste agevolazioni per i soci dell'Associazione Culturale e di Promozione Sociale "La Città della Luce"

Prossime date in programma

Di seguito sono elencate le prossime date del Seminario di Costellazioni Evolutive (Kundalini e Chakra)

Per conoscere le date di tutti i corsi di Psicogenealogia e Costellazioni Familiari consulta il CALENDARIO

Come partecipare

Le informazioni per le modalità di iscrizione al seminario si trovano a questo LINK

 

Per maggiori informazioni sulle Costellazioni Familiari

www.costellazionifamiliariesistemiche.it

 

Il Corso è tenuto da Umberto Carmignani e/o i Facilitatori della Città della Luce, professionisti disciplinati ai sensi della legge 4/2013

 

Disclaimer

Il Metodo delle Costellazioni Familiari e Sistemiche è basato sul presupposto che problematiche esistenziali e conflitti relazionali non risolti all'interno della famiglia di origine possano trasmettersi da una generazione all'altra e manifestarsi nella vita di tutti i giorni, nelle relazioni affettive, nel percorso di autorealizzazione. Lo scopo del lavoro con le Costellazioni Familiari, sia individuale che di gruppo, è quello di riconoscere e risolvere irretimenti, identificazioni e sostituzioni, portare chiarezza nei rapporti interpersonali, ricomporre la compagine familiare reintroducendo tutti i membri che ne siano stati esclusi, ristabilire ordine, equilibrio e armonia all'interno della famiglia. Il professionista che tiene il Corso è un Facilitatore in Costellazioni Familiari e Sistemiche disciplinato ai sensi della l. 4/2013, non si avvale di strumenti di natura psicologica, la prestazione erogata non è di natura medico-sanitaria, non ha quindi in nessun caso valore di diagnosi o di terapia né intende sostituirsi ad esse.

 

Richiedi Informazioni

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori

Letta l’Informativa Privacy fornita dal Titolare della Privacy: Privacy Policy, acconsento che i miei dati vengano utilizzati per ricevere informazioni che ho richiesto tramite questo modulo.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Target Image

condividi la tua esperienza

leggi le testimonianze

 

Contatti

info@lacittadellaluce.org

 

Telefono +39.071.7959090
Chi Siamo

 

 

Seguici su Facebook

 

Newsletters